Halloween in Valsugana

Siamo alla fine di ottobre, l’estate è naufragata in acque profonde, ma non ha placato la nostra sete di micro avventure, anzi, i colori caldi dell’autunno riscaldano i nostri animi. Ed è così che decidiamo di non darci per vinti, ed iniziamo a cercare qualcosa che possa far al caso nostro. La ricerca è breve… e ricade (ovviamente) in Trentino. Una nostra collega di lavoro, giusto qualche giorno prima, ci aveva suggerito la ciclovia della Valsugana, prestandoci la cartina dell’itinerario…e Taac! Siamo pronti per l’avventura!

24935451921_bbaa82426b_k
Dimenticato niente?

La ciclovia parte all’incirca da Pergine in Trentino, per arrivare in centro a Bassano del Grappa, Veneto. Ha un dislivello trascurabile, ed è per buona parte in carreggiata separata dal traffico. Su Google troverete mille recensioni, mappe e consigli su quando sia meglio partire.
Noi ovviamente, abbiamo dovuto tenere conto della stagione autunnale inoltrata, e delle basse temperature. Abbiamo così deciso di percorrerla in 2 giorni, pernottando presso un B&B.Il tipo di percorso e di pavimentazione, fa ricadere la scelta sulle gravel bikes. Il ritorno invece, sarà in treno. Prepariamo tutto l’occorrente:   borse, guanti, piumini, fornello, bevande e cibi solubili, giuggiole, multitool, biberon, camere d’aria, Indovina Chi”versione da viaggio”, fotocamera e gps, 
ed in men che non si dica siamo in strada.
I primi kilometri scorrono facili e seguono la ferrovia che unisce Trento con Bassano, costeggiando il lago di Caldonazzo.

wp-1473156996968.jpg Il sole ed il lago ci accompagnano fra paesini, torrenti e coltivazioni.
Il meteo ci sorride, e ci suggerisce che è un itinerario da affrontare in primavera od autunno, in quanto percorso di fondovalle, sarà sicuramente molto caldo.

wp-1473156923767.jpg
Bici ed agricoltura: il “core business” del Trentino.
wp-1473156966112.jpg
Il parco giochi è tutto per Yuri

L’autunno ha colorato abbondantemente le valli, e noi ci fermiamo in un parchetto per una sosta / pranzo. Il menù prevede spaghetti istantanei, tramezzini con le uova, barrette Cliff (ai gusti improbabili), caramelle gommose e caffè. Dopo pranzo, mezz’ora di giochi e scivolo per Yuri, ed abbiamo percorso circa la metà della strada che ci separa dal b&b.

wp-1473156797409.jpg
Il famigerato fornelletto ad alcool all’opera…

Mancano ancora una ventina di km a Borgo Valsugana, prima tappa del nostro giro. Saliscendi, strade bianche e ponticelli in legno si susseguono. Un serpente ancora non ben identificato, ci taglia la strada, unico incontro fatto in questo tratto. Dopo un paio d’ore giungiamo a Borgo, pochi turisti, nessun ciclo-turista nella piazza principale, affollata dal mercatino dell’antiquariato.

cucù

Dopo un giro al parco giochi decidiamo di raggiungere finalmente il b&b che si trova in località Piagaro. Contattiamo il gentilissimo gestore, che si offre di venirci a prendere col suo furgone… attimi di indecisione, poi decliniamo l’invito, siamo allenati e pronti per la (breve?) salita.

La “breve” salita al b&b

Impostiamo la rotta sul Gramin ed iniziamo a scalare marce sulle nostre bici. La stradina che porta a Piagaro è deliziosa, anche se i km e la stanchezza si fanno sentire.

wp-1473156837951.jpg
Un po’ stanchi, il sole è calato ed inizia a far fresco.

Scopriremo in seguito che quella stessa salita, conduce anche in valle di Sella, sede delle famose installazioni all’aperto di Arte Sella.
L’ultimo strappo in salita ci costringe a scendere, e facciamo due passi assieme a Yuri avvolti dall’ umido bosco autunnale.

Il bosco in autunno

Il b&b sembra un villaggio fiabesco col fumo che esce dal camino, noi non desideriamo altro che sederci davanti alla stube accesa, ed una tazza di te caldo che ci offre la padrona.
La gestione è familiare, e la cucina a pianta circolare è stata ricavata da un vecchio forno.

wp-1473156849177.jpg

wp-1473156815194.jpg
il b&b Piagaro e la sua stube

La padrona ci fa accomodare in una stanza accogliente e si offre di darci un passaggio (era la sera di Halloween) per poter visitare Borgo Valsugana. Questa volta accettiamo di buon grado. Dopo la cena in un ristorante (l’unico aperto a fine ottobre) visitiamo il centro storico, tagliato in due dal corso del Brenta.

wp-1473156865438.jpg
Borgo Valsugana

Il mattino seguente, dopo colazione, salutiamo e iniziamo la (oggettivamente fredda, è il 1° novembre) giornata, con una discesa che ci riporta sulla ciclovia. La temperatura non sale, e nei tratti in ombra si soffre. La brina è congelata ai lati della strada, con qualche deviazione poco segnalata siamo al confine con il Veneto.

wp-1473156739775.jpg
L’abbigliamento di Yuri…artigianale…

Il confine non segna solo la fine del Trentino, ma anche quello della ciclovia in sede separata. Da qui infatti si prosegue sulla viabilità ordinaria, anche se per la gran parte su strade secondarie. Bassano è ancora distante, e facciamo una pausa caffè/Yogurt in un parchetto sul Brenta. Sotto di noi le canoe degli atleti della federazione italiana che si allenano.

Gli ultimi kilometri sono molto trafficati e anche il paesaggio degrada notevolmente. Non ce l’aspettavamo. Immaginavo che una ciclovia così battuta avesse alternative viarie, invece pare di no.

wp-1473156747804.jpg
Il ponte di Bassano

Finalmente arriviamo in vista del famoso ponte coperto di Bassano del grappa.
E qui capita che perdiamo la batteria della fotocamera, così non possiamo documentarne le fasi conclusive.
Non può mancare una visita alla distilleria Poli… Siamo alla fine del giro. Ci aspettano un pranzetto in piazza accolti da un banchetto della Coldiretti con prodotti tipici del luogo, ed una visita al centro, non prima di aver comprato una bottiglia souvenir. Il treno ci riporterà a Pergine con poco più di 30€ con bici al seguito.wp-1473156983940.jpg

P.S.
Di halloween, in Valsugana:
nessuna traccia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close